Il piano da 109 mld per Atene spinge al rialzo Wall Street

Inviato da Luca Fiore il Gio, 21/07/2011 - 22:21
Il nuovo "Piano Marshall" da 109 miliardi destinato al salvataggio della Grecia permette ai listini statunitensi di chiudere la seduta in territorio positivo. Il Dow Jones ha registrato un rialzo dell'1,2% a 12.723,24 punti, +1,35% per lo S&P che sale a 1.343,8 e +0,72% del Nasdaq che si porta a 2.834,43. Indicazioni contrastanti dal fronte macro. Peggiori delle attese i dati relativi le nuove richieste di sussidio, salite la scorsa settimana di 10 mila unità a 418 mila, e l'indice Fed di Philadelphia, che si è portato a 3,2 punti. Sopra il consenso invece il superindice, +0,3% a giugno, e l'indice Fhfa (Federal Housing Finance Agency), che ha rilevato una crescita dei prezzi delle abitazioni a maggio dello 0,4% mensile.

Per quanto riguarda le trimestrali, rally di Morgan Stanley (+11,42%) che ha chiuso il secondo trimestre 2011 con una perdita per azione di 38 centesimi, contro i -61 centesimi del consenso. -0,8% invece per Intel, nonostante il +21% messo a segno dal giro d'affari a 13 miliardi di dollari. Deciso segno più nel giorno dei numeri del trimestre anche per Philip Morris (+4,9%), Eli Lilly (+3,01%) e Blackstone (+4,55%), parità per AT&T (+0,17%) e vendite su Whirlpool (-3,78%) e PepsiCo (-3,39%). Due velocità, in attesa delle presentazione dei conti, per Microsoft (+0,37%) e AMD (-1,44%).
COMMENTA LA NOTIZIA