1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Piano anticrisi o sarà recessione. Paulson e Bernanke in pressing sul Congresso

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Calo dell’occupazione, contrazione del pil e nuovi pignoramenti. Sono questi tre dei rischi principali paventati ieri per gli Usa da parte del segretario al Tesoro, Henry Paulson, e dal governatore della Federal Reserve, Ben Bernanke. Serve pertanto un’approvazione immediata al maxi piano da 700 miliardi di dollari da parte del Congresso per evitare che la situazione peggiori velocemente e che gli Stati Uniti entrino in recessione. “I mercati finanziari sono molto fragili, senza un intervento immediato sono destinati a peggiorare”, ha affermato Bernanke nel corso dell’audizione di ieri al Senato Usa, rispondendo al senatore democratico Chris Dodd che ha ritenuto non accettabile il piano. “Riacquistare i titoli svalutati è l’unica soluzione possibile”, ha rimarcato poi Paulson ritenendo l’approvazione del piano entro una settimana “un imperativo”.