Piaggio, il titolo mette nuovamente nel mirino le resistenze a 2,26 euro

Inviato da Riccardo Designori il Lun, 19/03/2012 - 11:41
Quotazione: PIAGGIO
Avvio di ottava in territorio positivo per Piaggio che beneficia della promozione arrivata questa mattina da Mediobanca. La banca ha infatti alzato il rating del titolo dal precedente "neutral" a "outperform". Da un punto di vista tecnico, le quotazioni del titolo si mantengono al di sopra dei supporti dinamici offerti dalla trendline ascendente tracciata con i minimi 19 dicembre con quelli del 13 gennaio. La linea di tendenza in questione ha caratterizzato l'andamento rialzista dell'azione dai minimi a 1,655 euro toccati a livello intraday il 19 dicembre, fornendo un valido sostegno grafico in occasione di ogni momentanea correzione. Nuove indicazioni rialziste sono state generate lo scorso 28 febbraio, giorno in cui il titolo ha trovato la forza per oltrepassare di slancio le resistenze statiche poste in area 2,16 euro. Il movimento seguente è culminato con i massimi di periodo a 2,26 euro, soglia resistenziale particolarmente arcigna in quanto aveva sempre rappresentato la base di supporto statico per il titolo a cavallo tra il settembre 2010 e il novembre 2011. Sempre a fine febbraio erano giunte indicazioni long con l'incrocio della media mobile a 100 periodi, ultima media mobile che rimaneva da incrociare dal basso verso l'alto. Le vendite che hanno penalizzato il titolo dai top dell'1 marzo hanno così permesso alle azioni di portare a termine il pull back delle vecchie resistenze statiche di area 2,16 euro e di trovare il necessario sostegno nel transito delle medie mobili di breve/medio e lungo termine nel range compreso tra i 2,07 e i 2,13 euro. A questo punto un nuovo attacco ai 2,26 euro appare inevitabile e questo elemento permette di ipotizzare l'implementazione di una strategia rialzista di stampo speculativo. Partendo da questi presupposti, ingressi in acquisto a 2,16 euro avrebbero stop sotto i 2,05 euro e primo target a 2,26 euro. L'eventuale vittoria sulle resistenze statiche poste proprio a 2,26 euro favorirebbe invece nuove accelerazioni, con l'obiettivo grafico individuabile a 2,474 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA