1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Philips rivede la sua posizione nelle attività tv, titolo tonico in Borsa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le novità annunciate oggi da Philips Electronics per le attività televisive mettono di buon umore il titolo che guadagna oltre l’1% ad Amsterdam e contagiano anche l’intero settore. Lo Stoxx Europe 600 Personal & Household Goods, l’unico a strappare un segno positivo in Europa in questo avvio d’ottava, sale infatti di circa lo 0,20%.

Prima dell’apertura dei mercati il colosso olandese ha annunciato di avere raggiunto un accordo di partnership con TPV Technology per dare vita a una joint venture per lo sviluppo del business televisivo. La nuova società verrà detenuta per il 70% da TPV e per il 30% da Philips. “Trovare una soluzione per il nostro business tv è stata la nostra priorità e crediamo fortemente che l’intesa consentirà un ritorno alla redditività per il business delle televisioni, e un maggior focus di Philips sul portafoglio nei segmenti di business dedicati alla salute e benessere”, ha commentato Frans van Houten, numero uno di Philips Electronics. Per gli analisti di Sns Securities “le notizie odierne legate alla decisione di muoversi sul business tv sono eccellenti e giustificano un’alta valutazione”. Gli esperti hanno confermato la raccomandazione di acquisto (rating “buy”) su Philips.

Sempre oggi Philips Electronics ha alzato il velo sui conti dei primi tre mesi del 2011. Il gruppo olandese attivo nell’elettronica e illuminazione ha riportato nel primo trimestre dell’anno un utile netto di 138 milioni di euro, in calo di 63 milioni rispetto allo stesso periodo del 2010, a causa del business tv che ha registrato una perdita di 87 milioni di euro. Le attese degli analisti erano ferme a 172 milioni. Le vendite sono invece cresciute del 6,2% a 5,26 miliardi di euro. “I risultati del primo trimestre sono stati misti”, commentano da Sns Securities aggiungendo che “la crescita dei ricavi è stata molto buona, mentre l’Ebitda, escludendo le attività tv, si è attestato a 452 milioni, deludendo le nostre attese pari a 553 milioni”.

Intanto, domani sono attesi i risultati relativi alle vendite trimestrali delle francesi L’Oréal e Lvhm. Sempre domani la britannica Burberry comunicherà un aggiornamento sull’andamento del secondo semestre.