1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Philips precipita ad Amsterdam dopo profit warning

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Fitti ordini di vendita su Philips Electronics sulla Piazza finanziaria di Amsterdam dopo il lancio dell’allarme utili. Il titolo cede oltre l’11% a 15,96 euro, livelli che non toccava dall’ottobre 2009. Ribassi pesanti che stanno spingendo al ribasso lo Stoxx Europe 600 Personal & Household Goods, che cede circa l’1,18%.

Questa mattina il gruppo olandese ha anticipato che la domanda delle divisioni “lighting” e “consumer lifestyle” è stata inferiore alle aspettative, appesantite soprattutto dalle performance nell’Europa occidentale. Per fronteggiare la debolezza della domanda in queste due unità Philips intende quindi procedere all’intensificazione del programma di riduzione costi, con nuove azioni che verranno annunciate a breve.
Nel dettaglio, il margine operativo lordo (Ebitda) è atteso per la divisione “lighting” nel secondo trimestre a circa 85 milioni, ben al di sotto dei 210 milioni registrati un anno fa e inferiore al dato dei primi tre mesi del 2011 pari a 193 milioni. Per la divisione “consumer lifestyle” l’Ebitda è visto a 50 milioni. La società alzerà il velo sui risultati finanziari del secondo trimestre il prossimo 18 luglio.

“I risultati sono ben al di sotto delle stime – sottolineano gli analisti di Sns Securities – ed è deludente che Philips non abbia fornito una credibile spiegazione ai nuovi cali. Delude anche la decisione della società di comunicare un massiccio declino poco prima della fine del trimestre. Gli esperti hanno confermato la raccomandazione d’acquisto su Philips, con un target price di 28,5 euro.