Peugeot chiude il 2012 con una perdita storica da 5 miliardi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Un 2012 nero per Peugeot che registra la maggiore perdita della sua storia. Un risultato che sconta la dipendenza a un mercato europeo delle quattro ruote sempre più in difficoltà, tanto che settimana scorsa il gruppo aveva annunciato una maxi svalutazione da 4,7 miliardi nella divisione auto. Il rosso del primo costruttore francese si attesta così a 5,01 miliardi di euro contro un utile di 588 milioni del 2011. Anche l’Ebit è finito in rosso a 576 milioni, rispetto a un utile operativo di 1,09 miliardi dell’anno prima. I ricavi sono scesi del 5% a 55,4 miliardi.

Commenti dei Lettori
News Correlate

Giappone: vendite al dettaglio +0,2% a marzo, meglio del previsto

In Giappone le vendite al dettaglio hanno segnato a marzo un aumento dello 0,2% rispetto al mese precedente, quando erano salite dello 0,3%. Il dato è migliore delle attese degli analisti che avevano previsto un calo dello 0,3 per cento.

Giappone: disoccupazione stabile al 2,8% a marzo

In Giappone il tasso di disoccupazione è rimasto stabile al 2,8% a marzo. Gli analisti si aspettavano un peggioramento del mercato del lavoro con un aumento della disoccupazione al 2,9 per cento.

Enel: entra in esercizio parco eolico Lindahl

Enel, attraverso la controllata Enel Green Power North America, ha messo in esercizio il parco eolico Lindahl, il primo impianto del Gruppo nello stato americano del Nord Dakota. “Il completamento di Lindahl consolida la nostra forte crescita negli S…