Petrolio: WTI sotto quota 50 dollari per la prima volta da oltre 3 mesi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Forte accelerazione ribassista per il WTI, il petrolio statunitense, riportatosi sotto la soglia dei 50 dollari il barile. Nel corso della seduta il future con consegna aprile si è spinto fino a 49,2 dollari il barile, il livello minore dal 30 novembre 2016.

Nella settimana al 3 marzo gli stock statunitensi sono saliti di 8,2 milioni di barili, decisamente al di sopra degli 1,1 milioni stimati dagli analisti. L’aggiornamento dell’API (American Petroleum Institute) aveva evidenziato un rialzo di 11,6 milioni di barili (a differenza di quelli ufficiali, i dati API sono comunicati su base volontaria).

Il dato relativo Cushing (Oklahoma), il principale snodo del Nordamerica, nell’ultima settimana ha evidenziato un rialzo di 0,867 milioni.