1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Petrolio: il Wti scende per il terzo giorno consecutivo

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Terzo giorno consecutivo con il segno meno per il greggio made in Usa. Come del resto per i mercati azionari, l’effetto rialzista dovuto all’annuncio dell’accordo per l’innalzamento del tetto del debito è stato solo temporaneo. Dopo un momentaneo ritorno in area 98,5 dollari il barile, in questo momento il greggio statunitense, il Wti, quota in calo di 60 centesimi a 94,4 dollari.

Dopo le indicazioni negative arrivate dai dati sulla crescita economica, il Pil del primo trimestre è stato rivisto al ribasso dall’1,9% allo 0,4% mentre tra aprile e giugno il dato ha messo a segno un +1,3% (consenso +1,6%), ieri è stata la volta dell’Ism. L’indice che misura la fiducia del settore manifatturiero a luglio si è attestato a 50,9 punti, contro i 55 punti pronosticati alla vigilia dagli analisti. Domani sarà la volta dei dati sulle scorte statunitensi, attese in crescita di 1,5 mln di barili. Un sostegno alle quotazioni potrebbe arrivare dall’uragano Emily, che secondo i metereologi sta acquistando forza.