1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Petrolio WTI e Brent in forte rialzo con escalation tensioni Iraq e pershmerga curdi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Prezzi del petrolio in forte rialzo, sulla scia delle tensioni in Medio Oriente, dove l’esercito iracheno sta attaccando Kirkuk, scontrandosi con i peshmerga curdi. I prezzi del WTI scambiato a New York segnano un rialzo +1,34%, superando la soglia dei $52 al barile e viaggiando al massimo in tre settimane. Forti acquisti anche sul Brent, che sale dell’1,5% a $57,90 circa, anch’esso al massimo dalla fine di settembre.

L’escalation delle tensioni tra il governo curdo e Baghdad è avvenuta a seguito del referendum di settembre, con cui i curdi hanno votato a favore dell’indipendenza.

Il premier iracheno ha imposto l’ultimatum ai curdi nel fine settimana. Tra le richieste, la consegna dell’aeroporto di Kirkuk e tutti i giacimenti petroliferi che si trovano nel Kurdistan iracheno.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MERCATI

Borse europee, atteso avvio sotto la parità

Le Borse europee potrebbero aprire la penultima seduta della settimana poco mosse, dopo la chiusura incerta di Wall Street. Tra i temi sul tavolo le dichiarazioni di Jerome Powell, presidente …

Dati DoE

Usa: scorte petrolio settimanali oltre le attese

In netta crescita le scorte di petrolio in Usa che segnano + 5,836 milioni di barili, arrivando a quota 411,084. Il dato supera le stime degli analisti fissate su un …