Petrolio: il vento di Alberto comincia a soffiare sui prezzi

Inviato da Marco Barlassina il Lun, 12/06/2006 - 11:10
A 12 giorni dall'inizio della stagione degli uragani, la paura si materializza nel Golfo del Messico con la formazione della tempesta tropicale Alberto. Secondo gli esperti del National Hurricane Center, la tempesta avrebbe una probabilità su cinque di trasformarsi in uragano. Sui mercati delle materie prime si registrano quindi i primi segnali di tensione sulla base dell'esperienza maturata la scorsa estate, quando le devastazioni degli uragani Rita e Katrina portarono alla riduzione di circa l'80% della capacità di raffinazione degli Stati Uniti, conducendo contestualmente a un'impennata delle quotazioni di greggio e carburanti. In questo momento i future sul light crude scambiati su piattaforma elettronica si posizionano a 72,08 dollari per barile, in rialzo dello 0,63%.
COMMENTA LA NOTIZIA