1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Il petrolio sfonda a New York la soglia dei 100 $, Bush frena su uso riserve strategiche

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Cento dollari al barile. Record infranto per le quotazioni del petrolio a New York che per la prima volta toccano le tre cifre portando a compimento una rincorsa che nell’ultimo anno ha visto le quotazioni del greggio schizzare in avanti del 57%. Secondo l’Unione Petrolifera a pesare sulle quotazioni è la speculazione: “Solo negli ultimi anni gli hedge fund avrebbero accumulato più di 200 miliardi di dollari in futures petroliferi”, ha rimarcato Pasquale De Vita, presidente dell’UP. Il presidente degli Usa, George Bush, ha comunque rimarcato come gli States non intendano utilizzare le riserve strategiche. Un surriscaldamento dell’Oro nero che preoccupa a livello planetario con inevitabili ripercussioni oltre che sui prezzi di un pieno di benzina anche sulle pressioni inflazionistiche se i prezzi del petrolio si dovessero mantenere su questi livelli. Per l’Italia Nomisma parla di una possibile ricaduta sull’inflazione pari a 3 punti percentuali, una possibile caporetto su sistema produttivo e consumi.