1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Petrolio senza freni sfonda la soglia dei 125 dollari

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

È irrefrenabile la corsa del petrolio. L’oro nero ha infranto ieri per la prima volta la soglia dei 125 dollari al barile.  A New York, il greggio ha toccato verso l’ora di pranzo i 125,12 dollari al barile.


La situzione è rovente. Con il prezzo del petrolio in continua ascesa, la Confesercenti rilancia l’allarme ‘crescita zero’ per l’Italia se il barile arriverà a quota 200 dollari a fine anno. “Una tale impennata – afferma l’associazione in una nota – porterebbe alcune serie conseguenze: una diminuzione per il Pil di 3-4 decimali, che aumenterebbe il rischio di crescita zero. Senza contare l’impatto sull’inflazione, che si aggirerebbe intorno all’1%”.


Puntuali, sono arrivate anche le “solite” ripercussioni sulla rete autostradale italiana in scia ai rincari internazionali delle quotazioni petrolifere internazionali. Secondo quanto emerge dal monitoraggio di quotidianonergergia.it hanno rivisto al rialzo i listini Erg, Esso, Q8, Tamoil e Total con aumenti compresi tra 1,1 e 0,7 centesimi per la benzina e tra 1,1 e 0,2 centesimi per il gasolio. Agip, il market leader nostrano, ha corretto all’insù di 2,5 centesimi il prezzo di riferimento. É da tempo ormai che i carburanti del Belpaese sono schizzati alle stelle, mietendo giorno giorno nuovi record: ieri mattina la benzina giovedì mattina è arrivata a quota 1,472 euro al litro mentre il gasolio ha raggiunto 1,455 euro al litro.

Nuovi rincari che fanno tremare gli automobilisti italiani e che hanno spinto la società Autostrade per l’Italia a lanciare l’iniziativa per il pieno scontato domenica nei distributori self-service autostradali.  Nell’ultimo mese, infatti, i prezzi dei carburanti sono lievitati di quasi 10 centesimi di euro al litro. Più consistente il rincaro del gasolio: dall’inizio di aprile i prezzi sono saliti di oltre 10 centesimi con il risultato che un pieno per una vettura diesel costa all’incirca più 5 euro in più rispetto a solo un mese fa.


(Notizia aggiornata alle 15.06)