1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Petrolio: segno più per il Wti dopo il crollo delle scorte

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Quarta seduta consecutiva di guadagni per il greggio. In questo momento il benchmark statunitense, il Wti, quota in rialzo dello 0,2% a 98,84 dollari il barile. Ieri i dati diffusi dal Dipartimento dell’Energia hanno evidenziato un netto calo delle scorte, scese nell’ultima settimana di 10,6 milioni di barili. Si tratta del dato maggiore dal febbraio 2001. Il calo è attribuibile alla chiusura per diversi giorni del canale di Houston, che ha fatto scendere di 7 milioni di barili le scorte in quest’area.

Gli analisti contattati da Reuters hanno alzato la stima sul prezzo del Wti, atteso nel primo trimestre 2012 a 93,9 dollari il barile, contro i 92,8 dollari pronosticati in precedenza. In crescita anche il dato 2012 (da 96,5 a 97 dollari) e quello relativo il 2013 (da 103,6 a 105,6 dollari).