Petrolio: segno meno per le quotazioni di Wti e Brent, BofA alza le stime 2012

Inviato da Luca Fiore il Lun, 19/03/2012 - 11:59
Segno meno per le quotazioni del greggio. Per quanto riguarda i futures con consegna maggio, il benchmark statunitense al Nymex segna un calo dello 0,4% portandosi a 107,1 dollari mentre il riferimento europeo, il Brent, scende di quasi lo 0,7% sotto i 125 dollari il barile a 124,97 dollari. Secondo i dati diffusi dall'esecutivo, a gennaio le esportazioni saudite sono cresciute di 143 mila barili al giorno. Secondo indiscrezioni riportate dal Financial Times l'incremento non rimarrà isolato visto che il primo produttore di greggio a livello mondiale punta ad aumentare le esportazioni anche nei prossimi mesi.

Da inizio anno il greggio made in Usa è salito di quasi l'8% mentre il petrolio del Mare del Nord è avanzato di oltre il 18%. Bank of America ha annunciato di aver alzato la stima sul prezzo 2012 del Wti e del Brent rispettivamente a 106 ed a 118 dollari il barile. Secondo l'analista di BofA Francisco Blanch quest'ultimo potrebbe registrare una fiammata in quota 140 dollari il barile.
COMMENTA LA NOTIZIA