1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Il petrolio rivede quota 60 dollari sotto la regia della Cina

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il risveglio dell’oro nero? E’ presto per dirlo, ma certamente qualche segnale di ripresa c’è. Il prezzo del petrolio ieri è tornato sopra 60 dollari al barile per la prima volta del novembre scorso. A innescare il rialzo è stata la Cina, dove gli investimenti nelle zone urbane hanno registrato un balzo del 30,5% su base annua nei primi quattro mesi del 2009 a 3.708 miliardi di yuan (400 miliardi di euro), segno che il piano di stimolo dell’economia da 4 mila miliardi di yuan (430 miliardi di euro) sta funzionando. La prova è proprio l’aumento delle importazioni cinesi di petrolio, cresciute del 13,6% ad aprile, quando il secondo consumatore mondiale di greggio ha importato in media 3,9 milioni di barili al giorno.