1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Il petrolio riaggiorna il record e vola a 65 dollari

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Già le ferie per chi le ha fatte sono state più care del solito. Ma il rientro per gli italiani rischia di trasformarsi in un incubo. Sarà un lavoro da certosino far quadrare il bilancio familiare. Saranno più care le bollette della luce e del gas. Il rischio del riscaldamento rischia di andare alle stelle e per fare il pieno dell’auto bisognerà tirar fuori quasi dieci euro in più. A trascinare all’insù i prezzi e tariffe è il petrolio, che centesimo dopo centesimo, continua a macinare record. L’ultimo ieri quando il barile ha chiuso a New York a 64,75 dollari, il massimo dal 1983. A Londra il brent è schizzato a 63,64 dollari, soglia mai raggiunta prima. Ai mercati non è bastata la rassicurazione che le scorte settimanali Usa sono salite di 2,8 milioni di barili. A mandarli in fibrillazione è stato il dato sulle scorte di benzina, scese di 2,1 milioni di barili, come la notizia, che Bp chiuderà temporaneamente una raffineria.