1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Petrolio record, Wall Street in profondo rosso

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Poteva sembrare inizialmente una sonnacchiosa seduta prevacanziera quella di Wall Street con gli indici attorno alla linea di parità. Neanche il dato sui sussidi settimanali di disoccupazione, scesi al 18 giugno di ben 20.000 unità contro attese degli analisti per un arretramento di 3.000, riuscivano a smuovere più di tanto il listino. Ma il petrolio, schizzato improvvisamente a New York sopra i 60 dollari al barile, ha mandato Wall Street in fibrillazione con l’indice Dow Jones che ha perso, nel giro di pochi minuti circa un punto percentuale per poi terminare la seduta a 10.421,44 punti con un rosso dell’1,57%. Solo leggermente meglio il Nasdaq Composite che ha perso l’1,02% a 2.070,66. Sul mercato poi c’è gran battaglia per Unocal, con i cinesi di Cnooc che hanno avanzato un’offerta da oltre 18 miliardi di dollari in contrapposizione a Chevron Texaco, offera che non manca di suscitare preoccupazioni e dibattiti anche a livello politico.