1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Petrolio: quotazioni in calo ma per Goldman il Brent può salire a 130$

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Seconda seduta consecutiva con il segno meno per le quotazioni del Wti. In attesa dell’aggiornamento sulle scorte che sarà diffuso tra poco più di un’ora dal Dipartimento dell’Energia, il benchmark statunitense quota in calo di un punto e mezzo percentuale a 90,48 dollari il barile. Ieri i dati diffusi dall’American Petroleum Institute, che a differenza di quelli ufficiali sono comunicati su base volontaria, hanno evidenziato un incremento degli stock di 462 mila barili. Vendite anche sul riferimento europeo, il Brent, in calo dell’1,75% a 109,6 dollari. Secondo gli analisti di Goldman Sachs il petrolio del Mare del Nord nel 2013 potrebbe potenzialmente toccare quota 130 dollari al barile in scia dell’acuirsi della tensione tra Israele e Iran.