1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Petrolio: prezzi al test dei 30 dollari. EIA stima calo della produzione Usa nel 2016-17

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La produzione petrolifera statunitense scenderà dai 9,4 milioni di barili giornalieri del 2015 a 8,7 e 8,5 milioni nel 2016 e nel 2017. È quanto emerge dallo Short-Term Energy Outlook, il report elaborato dall’EIA (Energy Information Administration), la divisione statistica del Dipartimento dell’energia statunitense.

La crescita della domanda globale, salita di 1,4 a 93,8 milioni di barili giornalieri nel 2015, è stimata stabile (+1,4 milioni) nel 2016 e nel 2017. Dal fronte prezzi, il Brent è visto a 40 e 50$/barile medi nel 2016 e nel 2017 mentre il Wti, il benchmark statunitense, quest’anno e il prossimo dovrebbe rispettivamente costare 2 e 3 dollari in meno del riferimento globale.

Al momento il Brent con consegna marzo, sceso nel corso della seduta a 30,55$ (nuovo minimo dal secondo trimestre del 2004), passa di mano a 30,8 dollari il barile, il 3,3% in meno rispetto al dato precedente. Andamento similare per il Wti, in calo di un punto percentuale a 30,3$ (minimo a 30,06$, livello più basso dal quarto trimestre 2003).