Petrolio: l'Opec lima la view sulla crescita della domanda 2013

Inviato da Luca Fiore il Mar, 11/06/2013 - 16:53
Segno meno per le quotazioni del greggio. All'Ice il contratto sul Brent, il benchmark europeo, quota in rosso dell'1,6% a 102,28 dollari mentre al Nymex il corrispondente future sul Wti segna un calo dell'1,3% a 94,55 dollari. Oltre che dall'intonazione negativa delle piazze finanziarie, i prezzi dell'oro nero pagano pegno alla pubblicazione del report mensile preparato dall'Opec, l'organizzazione che raggruppa i Paesi esportatori di greggio.

Nel suo resoconto, l'organizzazione con sede a Vienna ha annunciato di aver limato di 10 mila barili la stima sulla crescita della domanda nel 2013 a 780 mila barili. "Ma -avverte l'Opec- i rischi sono per una revisione al ribasso a causa della debolezza dell'economia europea e dei possibili intoppi che potrebbe incontrare la ripresa statunitense". Dopo la chiusura di Wall Street, l'Api (American Petroleum Institute) diffonderà il consueto dato relativo le scorte mentre domani sarà la volta dei numeri ufficiali preparati dal Dipartimento dell'Energia (Eia, Energy Information Administration).
COMMENTA LA NOTIZIA