Petrolio: Opec, confermate le stime sulla crescita della domanda 2012-2013 -2-

Inviato da Luca Fiore il Mar, 11/09/2012 - 13:29
Segno più invece per l'offerta non-Opec, pronosticata in crescita di 0,7 milioni. L'Opec ritiene che gli incrementi dell'output in Stati Uniti, Canada, Brasile, Russia, Cina e Colombia compenseranno i cali del greggio in arrivo da Sudan del Sud, dalla Siria, dal Regno Unito e dalla Norvegia. Per quanto riguarda le scorte, "gli stock nei Paesi industrializzati sono elevati". Nonostante il secondo calo consecutivo messo a segno ad agosto dal dato statunitense, le scorte della prima economia ad agosto sono risultate maggiori della media quinquennale di 17,2 milioni.

L'Opec ha infine ribadito le stime sulla crescita globale nel 2012 e nel 2013 (+3,3 e +3,2 per cento). Quest'anno e l'anno prossimo il Pil statunitense è atteso in crescita del 2,3 e del 2%, quello Giappone dovrebbe mettere a segno un +2,7 ed un +1,2%, Eurolandia dopo il -0,4% di quest'anno dovrebbe registrare un +0,1% mentre, per quanto riguarda gli emergenti, la crescita cinese è vista all'8,1-8 e quella indiana al 6,3-6,6%.
COMMENTA LA NOTIZIA