Petrolio: l'Opec alza la stima sulla domanda al 2015

Inviato da Luca Fiore il Mar, 08/11/2011 - 19:43
L'Opec sta investendo per ampliare l'offerta anche se la domanda potrebbe risentire della crisi del debito europea e dal rallentamento globale. È quanto si legge nel World Oil Outlook diffuso dall'Organizzazione dei Paesi esportatori. Nel report l'Opec ha alzato la stima sull'offerta, e quindi sulle riserve di greggio dell'Organizzazione, che da qui al 2015 dovrebbero raddoppiare. Attesa in crescita anche la domanda, che al 2015 dovrebbe salire a 92,9 milioni di barili, +1,9 milioni rispetto alla stima precedente e +7% rispetto agli 86,8 milioni del 2010. Il dato è pronosticato a 110 milioni di barili al giorno nel 2035.

Il cartello, che produce il 40% del petrolio globale, ha inoltre alzato le stime sui prezzi, che da qui al 2020 sono pronosticati nel range 85-95 dollari, dai 75-85 dollari pronosticati in precedenza. "Non credo che il prezzo del Brent scenderà sotto i 100 dollari entro la fine dell'anno", ha detto il presidente del cartello, El-Badri.

COMMENTA LA NOTIZIA