Petrolio: Obama punta a colpire gli speculatori

Inviato da Luca Fiore il Mer, 18/04/2012 - 13:26
Multe decuplicate per chi manipola i mercati petroliferi. In piena campagna elettorale il presidente Obama non si lascia sfuggire l'occasione ed annuncia nuove misure per ridurre il caro benzina. La proposta governativa prevede di sestuplicare il numero degli ispettori della Commodity Futures Trading Commission, l'agenzia federale che regola l'andamento dei mercati di future ed opzioni, e di portare da 1 a 10 milioni al giorno la multa a carico di chi manipola l'andamento dei mercati.

Alla vigilia della driving season, un gallone di benzina negli Usa costa 3,922 dollari per gallone, un prezzo elevato per gli standard statunitensi ma decisamente conveniente per i consumatori europei (80c di euro al litro). La misura ha scarse possibilità di essere approvata al Congresso dove la maggioranza repubblicana ritiene più efficace favorire l'incremento della produzione a stelle e strisce. Secondo una recente indagine condotta dalla CNN il 24% degli intervistati attribuisce ad Obama i recenti rincari registrati dalla benzina mentre secondo il 21% la responsabilità è dei repubblicani.
COMMENTA LA NOTIZIA