1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Petrolio: non si ferma l’avanzata dello shale-oil statunitense

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Secondo le stime diffuse dalla statunitense EIA (Energy Information Administration), la divisione statistica del Dipartimento dell’Energia, ad agosto la produzione di shale-oil è destinata a crescere di 113 mila barili giornalieri a 5,585 milioni di barili.

Oltre metà dell’incremento è riconducibile al petrolio in arrivo dal bacino Permian, compreso tra Texas e New Mexico, che vedrà la produzione salire di 64 mila barili.

Al momento il Brent con consegna settembre sale di mezzo punto percentuale a 48,65 dollari mentre lo statunitense WTI passa di mano a 46,18$, +0,35%.

Commenti dei Lettori
News Correlate
RECUPERO DEL POUND

Forex: deboli dati non deprimono la sterlina

Recupero per la sterlina sul forex con cross gbp/usd tornato sopra quota 1,42 dopo la debolezza della vigilia a seguito dell’inflazione più debole del previsto a marzo (+2,5% annuo, sui …

INFLAZIONE UK AI MINIMI A UN ANNO

Forex: sterlina affonda dopo debole inflazione UK

La battuta d’arresto per l’inflazione britannica si fa sentire sulla sterlina che si muove in forte ribasso contro le altre principali valute. Il cross tra sterlina e dollaro è sceso …