1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Petrolio: nel 2017 eccesso di offerta da Pesi non-Opec

QUOTAZIONI Eni
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

“Nella seconda parte del 2016 la produzione non-Opec sarà più alta che nella prima metà” sono le parole riportate in una ricerca dell’ufficio studi Opec che, in vista del vertice di Algeri, ha ammesso che la situazione di surplus produttivo potrebbe permanere anche per l’intero 2017.

Secondo i membri Opec, nel 2017 ci sarò un’offerta di nuovo in crescita ed un surplus che potrebbe raggiungere i 760 milioni di barili al giorno. A determinare questo nuovo eccesso di offerta saranno, soprattutto, la ripresa del giacimento Kashagan, il buon andamento delle estrazioni in Norvegia e Mar del Nord, e l’accelerazione sulla produzione che verrà da Canada e Brasile.

Con il report le quotazioni del greggio hanno ripreso le negoziazioni in ribasso, dopo il parziale recupero di ieri. Al momento il barile di Wti a New York è scambiato a 45,49 dollari al barile, -1,73%. Il Brent cede l’1,49% a 47,60 euro.

A Piazza Affari avvio complicato per le due big del settore. Eni è vicino alla parità a 13,55 euro mentre Saipem flette dello 0,68% a 0,39 euro.