Petrolio: Morgan Stanley lo vede nel secondo trimestre 2009 a 25 dollari al barile -1

Inviato da Micaela Osella il Mar, 03/02/2009 - 10:52
Oro nero come una oasi in una assolata giornata nel bel mezzo del deserto. Dipingono così la grande scommessa oil "sfumata" l'anno scorso gli analisti di Morgan Stanley, ricordando che da grande tormentone dei mesi passati il prezzo del petrolio si è sgonfiato, lasciando a mani vuote il popolo degli speculatori e anche i piccoli investitori. E oggi è cambiato qualcosa? Gli esperti della banca americana sostengono che la corsa del gambero imboccata dal greggio continuerà nel corso di quest'anno. Il team dei analisti che seguono l'oil della Morgan Stanley prevedono che il prezzo del West Texas Intermediate crude, base per i futures trattati sul New York Mercantile Exchange, arriverà a scambiare in media 35 dollari al barile quest'anno. E non è tutto. Secondo il broker sarà possibile che il prezzo del greggio arrivi a toccare un minimo di 25 dollari a barile nel corso del secondo trimestre.
COMMENTA LA NOTIZIA