1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Petrolio: miglior settimana da inizio anno in attesa dell’Opec

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Alla terza seduta consecutiva con il segno più, il Brent porta il saldo settimanale al +5,55%, il dato maggiore da inizio anno. Nuovo segno più all’ICE per il future con consegna luglio sul greggio, in aumento del 2,15% a 53,64 dollari il barile.

A spingere i prezzi è sia il sesto calo consecutivo delle scorte statunitensi e sia l’attesa in vista del meeting dell’Opec della prossima settimana. Alla luce delle posizioni espresse in un comunicato dai Ministri energetici di Arabia Saudita e Russia, Il mercato sta prezzando il prolungamento dei tagli all’output già visti nella prima parte dell’anno.

Khalid al-Falih e Alexander Novak puntano ad un’estensione di nove mesi, e quindi fino a marzo 2018, delle riduzioni dell’offerta. “I ministri hanno espresso ottimismo sul fatto di numerosi Paesi rileveranno i benefici della stabilizzazione del mercato petrolifero e uniranno gli sforzi”, riporta il comunicato.