1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Petrolio: le posizioni nette lunghe ai minimi dal settembre 2010

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Tornano a crescere le quotazioni del greggio. Dopo le vendite della scorsa settimana, e dopo aver toccato i minimi dal novembre 2011, in questo momento il future con consegna luglio sul Wti al Nymex quota in rialzo dello 0,34% a 92,11 dollari. Segno anche per il Brent, in crescita dello 0,7% a 107,9 dollari. “Nonostante le tensioni che circondano l’andamento dell’economia globale -ha dichiarato David Greely, n.1 per il comparto energia di Goldman Sachs- la domanda di petrolio continua a salire”.

Il surplus di offerta creato dall’incremento della produzione saudita, secondo Greely sarà annullato dalla completa uscita di scena dell’Iran che “riporterà il mercato in equilibrio”. Secondo i dati diffusi dalla Commodity Futures Trading Commission, nella settimana al 15 maggio i money manager hanno ridotto le posizioni nette rialziste sul greggio del 6% a 139.182 contratti, il livello minore dal settembre 2010.