Petrolio: le elezioni greche sostengono i prezzi

Inviato da Luca Fiore il Lun, 18/06/2012 - 12:47
Le elezioni in Grecia sostengono le quotazioni del greggio. Le buone probabilità che ad Atene si riesca a dare vita a un governo pro-euro hanno spinto un barile di Wti al Nymex (consegna agosto) a 85,9 dollari al barile mentre all'ICE il benchmark europeo, il Brent, è salito fino in quota 99,5 dollari. Attualmente le due qualità scambiano rispettivamente a 84,4 ed a 97,9 dollari. Da inizio anno i prezzi del petrolio made in Usa hanno perso quasi il 15% mentre il greggio del Mare del Nord è sceso del 7,1%.
COMMENTA LA NOTIZIA