1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Petrolio: l’Iraq ci ripensa, fuori dal patto Opec per ridurre la produzione (Wsj)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il piano per ridurre la produzione di greggio proposto dall’Organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio (Opec) nel summit di Algeri rischia di sfumare dopo che l’Iraq ha fatto sapere che vuole essere escluso dal patto. Secondo alcune indiscrezioni raccolte dal Wall Street Journal, nel fine settimana alcuni esponenti del governo iracheno avrebbero affermato di non voler ridurre la produzione attualmente pari a 4,77 milioni di barili al giorno. L’Iraq è il secondo produttore di petrolio all’interno dell’Opec, dopo l’Arabia Saudita, e un taglio di produzione collettivo sarebbe più difficile da applicare senza di lui. Il rischio è che il dietrofront dell’Iraq possa innescare un effetto domino e che altri Paesi produttori facciano richiesta di essere esentati dal taglio.
I Paesi membri dell’Opec si incontreranno il prossimo 30 novembre a Vienna per discutere dei dettagli del piano e decidere le quote di produzione per ogni singolo Paese, così da limitare la produzione di petrolio sotto i 33 milioni di barili al giorno.