1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Petrolio in salita e Wall Street chiude in rosso

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Dopo la chiusura per festività nella seduta di lunedì Wall Street ha ripreso ieri le contrattazioni proseguendo il declino iniziato sul finire della scorsa ottava. Pesa, soprattutto, il nuovo rincaro dei prezzi del barile di petrolio, giunto a New York a superare abbondantemente la soglia dei 66 dollari dopo le minacce del presidente iraniano Ahmadinejad. L’indice Dow Jones Industrial ha chiuso con un ribasso dello 0,58% a 10.896,32 mentre il Nasdaq Composite ha perso lo 0,62% a 2.302,69. All’interno dei listini da segnalare la debolezza del comparto tecnologico nell’attesa delle trimestrali dei big del settore con Intel in calo do oltre 1 punto percentuale (i risultati erano attesi dopo la chiusura delle contrattazioni). Calo più marcato per Verizon Communications (-2%). Balzo in avanti invece per le azioni di Guidant (+7% circa) dopo il rilancio di Boston Scientific (-5,5% circa) per battere l’offerta dei rivali di J&J. Bene anche il comparto petrolifero mentre hanno sofferto le linee aeree.