1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Petrolio in risalita su possibile accordo Opec a fine mese

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il petrolio si scalda questa mattina in scia ad alcune dichiarazioni che fanno sperare nella definizione dell’accordo Opec sul taglio alla produzione, in vista della riunione a Vienna di fine mese. Questa mattina il Brent e il Wti mostrano entrambi un rialzo intorno all’1,5% viaggiando sopra i 47 dollari al barile. Il presidente russo, Vladimir Putin, avrebbe affermato ieri nel corso del summit Asia-Pacific Economic Cooperation a Lima che ci sono alte probabilità che un accordo per ridurre la produzione di greggio venga raggiunto nel meeting del 30 novembre, e che da parte della Russia (non è membro Opec) c’è disponibilità a congelare la produzione. A ciò si è aggiunto il ministro dell’Energia dell’Iraq, Jabbar al-Luaibi, che avrebbe annunciato di star preparando tre diverse proposte per trovare un giusto compromesso a Vienna. Anche il ministro del Petrolio iraniano, Bijan Zangeneh, si è detto fiducioso dicendo di vedere alte probabilità di un accordo a fine mese.