Petrolio: in calo lo spread Brent-Wti, le scorte a Cushing attese in calo

Inviato da Luca Fiore il Lun, 23/04/2012 - 15:32
Segno meno per il greggio. All'ICE il contratto con consegna giugno sul Brent in questo momento arretra di poco più di un punto percentuale a 117,5 dollari il barile mentre il Wti, il petrolio statunitense, scambiato al Nymex scende dell'1,45% a 102,37. Dopo esser salito di poco sotto i 21 dollari lo scorso 4 aprile, lo spread tra i due benchmark nelle ultime sedute è sceso del 28% a 15 dollari. Secondo gli analisti il restringimento del differenziale è destinato a continuare. Il petrolio europeo dovrebbe risentire della debolezza della domanda e dell'abbondanza dell'offerta mentre il Wti potrebbe continuare a beneficiare delle notizie in arrivo dal terminal di Cushing.

La scorsa settimana la canadese Enbridge ha annunciato che l'inversione del flusso dell'oleodotto Seaway, che collega il maggiore hub statunitense con il Golfo del Messico, scatterà il prossimo 17 maggio, in anticipo di circa due settimane rispetto al previsto. Lo switch permetterà di allentare la tensione sull´hub nordamericano, le cui scorte nelle ultime settimane sono tornate ai massimi da quasi un anno (e nei pressi dei massimi storici) sopra i 40 milioni di barili. Secondo i dati diffusi dalla statunitense Commodity Futures Trading Commission nella settimana al 17 aprile le posizioni nette lunghe nette sul Wti sono salite, per la prima volta in cinque settimane, del 3,9%.
COMMENTA LA NOTIZIA