Petrolio, Goldman Sachs lo vede a quota 30 $ nel primo scorcio del 2009

Inviato da Redazione il Ven, 12/12/2008 - 14:10
La discesa del petrolio non è finita. Ne sono convinti gli esperti di Goldman Sachs che hanno rivisto al ribasso le loro previsioni sull'Oro nero alla luce del crollo della domanda di greggio che sta caratterizzando quest'ultimo scorcio di 2008. "Così come la forte domanda da parte della Cina aveva spinto i prezzi a livelli record sopra i 145 dollari al barile - si legge nel report sulle commodities di Goldman - ora la debolezza della domanda è destinata a spingerlo sotto i 40 dollari". Le attese di Goldman sono di prezzi in calo fino a quota 30 dollari al barile nel primo trimestre del 2009 rispetto ai 62 $ precedentemente stimati. L'Opec sarà costretta, secondo la casa d'affari statunitense, a ridurre la produzione di 2 milioni di barili al giorno nel 2009 per ribilanciare il mercato petrolifero.
COMMENTA LA NOTIZIA