Petrolio: per Goldman Sachs il Brent salirà a 130 dollari nel 2013

Inviato da Luca Fiore il Gio, 01/12/2011 - 13:24
Goldman Sachs conferma la view a 12 mesi sul comparto delle materie prime a "overweight" ("underweight" per JP Morgan mentre per Morgan Stanley è necessaria un'esposizione selettiva). Gli analisti di GS, definiti "perma-bulls" (tori permanenti), nel ribadire di attendersi per il 2012 le quotazioni del Brent a 120 dollari il barile, hanno pronosticato una crescita delle quotazioni a 127,5 dollari a fine 2012 ed a 130 dollari nel 2013. Negli ultimi mesi del 2013 i prezzi del benchmark europeo sono attesi a 135 dollari. Andamento simile per lo statunitense Wti, che dai 112,5 dollari medi del 2012 salirà a 126 dollari nel 2013.
COMMENTA LA NOTIZIA