1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Petrolio: future ai massimi da quasi 4 mesi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Continua l’effetto IEA sulle quotazioni del greggio. Quarta seduta consecutiva di guadagni per il future con consegna dicembre sul Brent, in rialzo all’ICE di mezzo punto percentuale a 55,17 dollari il barile, a ridosso dei massimi dal 25 maggio toccati poco fa a 55,23$ (il derivato nelle ultime cinque sedute è cresciuto dell’1,5%).

Ieri l’Agenzia Internazionale dell’Energia (International Energy Agency) ha stimato una crescita della domanda 2017 a 1,6 milioni di barili, contro gli 1,5 milioni attesi in precedenza. “Le richieste in arrivo dai Paesi Ocse continuano a battere le stime, in particolar modo per quanto riguarda Europa e Stati Uniti”, riporta il report mensile.

A richieste in aumento fa da contraltare un output che ad agosto è sceso di 0,72 milioni di barili, prima contrazione in quattro mesi, a causa di non meglio precisate “interruzioni non pianificate” e di interventi di manutenzione agli impianti in Libia, Russia, Kazakhstan, Azerbaijan e Messico.