Petrolio: Fugnoli, per qualche settimana avra' un prezzo politico

Inviato da Redazione il Gio, 08/09/2005 - 14:11
Mercati del petrolio spiazzati da scelte politiche. Questa l'opinione di Alessandro Fugnoli, capoeconomista di Abaxbank. "Una settimana fa, due giorni dopo Katrina, fare previsioni su petrolio, economia, borse, tassi e cambi significava ancora fare previsioni economiche. Sette giorni dopo fare previsioni significa fare previsioni politiche". Esordisce così l'esperto. Il motivo è semplice. "La decisione di utilizzare 15 dei 700 milioni di barili della riserva strategica per operazioni di mercato aperto significa che il prezzo del greggio, nelle prossime settimane, sarà deciso dalla politica", spiega Fugnoli. E il dopo cosa prevede? "Finite le vendite calmieratrici di queste settimane il mondo si troverà presto
a dover scegliere tra il frenare la crescita da una parte e il tenersi un petrolio in progressivo rialzo dall'altra. Se, come crediamo, lo shock negativo da offerta di Katrina, peraltro bilanciato da uno shock positivo da offerta con la vendita delle riserve, sarà di durata ragionevolmente breve, il mondo tornerà a scegliere, come male minore, un petrolio in progressivo rialzo".
COMMENTA LA NOTIZIA