1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Petrolio: è JPMorgan la più pessimista di Wall Street

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Oggi un team di JPMorgan capitanato da David Martin ha ridotto la stima 2016 sul Wti, il petrolio di riferimento negli Stati Uniti, da 48,88 a 31,5 dollari il barile. Drastica riduzione anche per il Brent, il benchmark globale, che vede la view scendere da 51,5 a 31,25 dollari. La decisione è stata presa alla luce dei cali superiori ai venti punti percentuali fatti segnare da inizio anno (-21,5% del Wti, -24% per il Brent). “La forte discesa dei prezzi da inizio anno se da un lato è sintomatica del peggioramento dei fondamentali, dall’altro rispecchia un consenso crescente sulle tensioni relative la politica valutaria cinese”, si legge nel report. Per quanto riguarda il petrolio made in Usa, Barclays per l’anno corrente si attende un prezzo medio di 37 dollari il barile, Goldman Sachs, Moody’s e Ubs stimano 40 dollari, Bank of America Merrill Lynch vede il Wti a 45$, Morgan Stanley a 47,5 e Citi a 47,75.