1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Petrolio e dollaro sospingono Wall Street

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il nuovo rialzo del dollaro e la discesa del petrolio sotto quota 113 dollari al barile ha dato una mano ieri ai listini. In chiusura di giornata le Borse del Vecchio continente hanno visto gli indici attestarsi sui massimi a 6 settimane con Piazza Affari in prima fila (+1,6% il Mibtel). Nonostante i negativi dati macro, produzione industriale francese sotto le attese e inflazione italiana confermata al 4,1%, è proseguito il calo delle materie prime a tutto vantaggio di dollaro e Borse. In particolare ha fatto bene in serata Wall Street dopo un avvio fiacco. Il Nasdaq è arrivato a salire fino all’1,5% con in prima fila Apple che ha annunciato di fatturare un milione di dollari al giorno con l’IPhone. Bene anche Amazon sulla scia dei buoni dati sulle vendite. In chiusura +1,07% per il Nasdaq e +0,41% a 11.782 punti per il Dow Jones.

Commenti dei Lettori
News Correlate
COMMODITY

Petrolio: Brent si spinge sopra quota 54 dollari il barile

Quarta giornata consecutiva con il segno più per le quotazioni del greggio, in rialzo dello 0,82% a 54,05 dollari il barile. Nelle ultime cinque sedute il derivato è salito del 4,3% in attesa che l’Opec, l’Organizzazione che raggruppa i Paesi esporta…

COMMODITY

Petrolio: miglior settimana da inizio anno in attesa dell’Opec

Alla terza seduta consecutiva con il segno più, il Brent porta il saldo settimanale al +5,55%, il dato maggiore da inizio anno. Nuovo segno più all’ICE per il future con consegna luglio sul greggio, in aumento del 2,15% a 53,64 dollari il barile.

MERCATO VALUTARIO

Forex: dollaro scivola ancora, eur/usd a un soffio da 1,12

Nuovi minimi a oltre 6 mesi per il dollaro. Si conferma anche oggi la debolezza del biglietto verde con il cross euro/dollaro spintosi a ridosso di 1,12 (1,1197) nel pomeriggio. Un’accelerazione al ribasso per il dollaro è arrivata dopo le dichiarazi…

COMMODITY

Gas Naturale: scorte salgono più del previsto, future positivo

Nella settimana al 12 maggio gli stock di Gas Naturale statunitensi si sono attestate a 2.369 miliardi di piedi cubi, +68 miliardi rispetto alla precedente rilevazione. Gli analisti avevano stimato un incremento di 61 miliardi.

Il totale degli st…