1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Il petrolio danza sopra i 50 $, poi si risolleva

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il 2007 potrebbe rilevarsi l’anno più caldo mai scientificamente registrato. Sono queste le previsioni del servizio meteorologico britannico che non fanno certo bene alle quotazioni del petrolio, scese del 30% circa rispetto ai massimi toccati la scorsa estate. Una caduta divenuta vertiginosa nelle prime settimane del 2007 con le quotazioni arrivate a 52 dollari al barile e che alla fine della scorsa settimana si sono ritrovate a danzare poco sopra la soglia psicologica dei 50 dollari. A deprimere l’oro nero non c’è solo il clima mite, ma anche il rallentamento della locomotiva statunitense. Certamente se da qui all’estate le previsioni più pessimistiche saranno fugate, una ripresa Usa accompagnata dall’imponente ascesa della Cina dovrebbe repentinamente ripercuotersi sul petrolio che riprenderebbe così la sua corsa verso l’alto. E le grandi banche d’affari non sembrano dubitare che il petrolio si manterrà in futuro sopra i 60 dollari al barile.