1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Petrolio e comparto auto penalizzano Wall Street

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Segni contrastati alla Borsa di New York nella seduta di metà settimana. Il Dow Jones Industrial ha perso lo 0,11% a 10.587,93 mentre l’S&P500 ha guadagnato lo 0,02% a 1.213,88 e il Nasdaq Composite lo 0,05% a 2.092,03. Operatori timorosi e preoccupati per il nuovo calo delle scorte settimanali di petrolio (-1,6 milioni di barili) che hanno portato a una nuova fiammata il prezzo dell’oro nero, assestatosi poi in serata su livelli più contenuti ma sempre ben al di sopra dei 58 dollari al barile. Hanno contribuito a frenare il mercato, Dow Jones e S&P500, i titoli del comparto auto dopo l’annuncio di Ford (-4%) del taglio dei profitti previsti per il 2005 e di nuovi tagli all’occupazione. General Motors ha perso oltre 2 punti percentuali mentre i fornitori di parti auto come Delphi e Lear hanno perso intorno ai 3 punti percentuali.

Commenti dei Lettori
News Correlate
Documento per summit Argentina

Fmi, G20: “Italia eviti stimoli di bilancio pro-ciclici”

Da evitare gli stimoli di bilancio pro-ciclici per paesi come l’Italia dove la posizione è vulnerabile alla perdita di fiducia del mercato. Così scrive il documento preparato dal Fondo monetario …

Riservato a investitori istituzionali

Banco Bpm lancia nuovo covered bond

Banco Bpm ha lanciato un nuovo covered bond riservato a investitori istituzionali e qualificati e una volta emesso verrà quotato alla borsa del Lussemburgo. Il bond ha come sottostante un …

Report dell'agenzia di rating

Moody’s: con Iliad in Italia la più colpita Wind Tre

L’ingresso di Iliad nel mercato italiano ridurrà i ricavi da servizi dei tre operatori presenti, Wind Tre, Telecom Italia e Vodafone. Il calo sarà nel dettaglio del 4-6% solo nel …

Commento presidente Giovanna Ferrara

Unimpresa: ok bonus assunzioni ma non basta

Il bonus dello 0,5% per le assunzioni stabili è una misura ancora troppo timida. A dirlo Unimpresa tramite il suo presidente Giovanna Ferrara. “Va nella direzione auspicata da Unimpresa… ma …