1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Petrolio: Brent sotto 107 dollari, minimi da inizio anno

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Minimi da inizio anno per le quotazioni del Brent. Il benchmark per il Vecchio continente quota sotto i 107 dollari a 106,94, il livello minimo dallo scorso 30 dicembre. I prezzi risultano penalizzati dal clima di avversione al rischio generalizzata che sta spingendo gli investitori verso gli asset considerati più sciuri. Le quotazioni risultano spinte al ribasso anche dalla debolezza della domanda a seguito delle misure di austerità adottate da tutte le maggiori economie e dall’abbondanza dell’offerta. A fronte del calo dell’output iraniano, negli ultimi mesi è cresciuta la produzione saudita, salita ad aprile a 10,1 milioni di barili di greggio al giorno, il livello massimo da più di 30 anni.

Minimi invece da inizio novembre per le quotazioni del Wti, in calo a 92,48 dollari il barile. I dati rilasciati ieri dall’EIA hanno evidenziato scorte ai massimi dal 1990 ed il dato relativo il terminal di Cushing ha fatto registrare un nuovo massimo storico. Nei prossimi mesi la situazione potrebbe cambiare alla luce dell’inversione del flusso dell’oleodotto Seaway, che collega il terminal con il Golfo del Messico. L’operazione, d´ora in poi il greggio viaggerà in direzione sud verso le raffinerie del Texas e della Louisiana, permetterà di allentare la tensione sull´hub nordamericano e dovrebbe spingere al rialzo il prezzo del benchmark statunitense.