Petrolio: Brent a ridosso dei 110 dollari, nel pomeriggio focus sulle scorte Usa

Inviato da Luca Fiore il Mer, 05/12/2012 - 13:21
Le indicazioni in arrivo dalla Cina sostengono le quotazioni del greggio. Nonostante i rialzi siano limitati dalle tensioni legate al fiscal cliff, i prezzi dell'oro nero stanno capitalizzando le parole del nuovo leader del Dragone, Xi Jinping, che ha annunciato nuove misure di stimolo destinate a promuovere la domanda interna e il processo di urbanizzazione. Xi Jinping ha inoltre dichiarato di voler introdurre misure per una maggiore apertura dei mercati.

Attualmente il future con consegna gennaio sul Brent sale di 13 centesimi portandosi in quota 110 dollari (109,97$) il barile mentre il derivato sul benchmark a stelle e strisce, il Wti, avanza di 16 centesimi a 88,66 dollari. Oggi alle 16.30 appuntamento con i dati sulle scorte statunitensi, attese in calo di circa 300 mila barili.
COMMENTA LA NOTIZIA