1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Petrolio: il boom della produzione Usa penalizza la domanda del greggio Opec

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nel 2013 la domanda di greggio crescerà di 800 mila barili giornalieri. A dirlo è l’Opec, l’Organizzazione che riunisce i Paesi produttori di greggio, che oggi ha presentato il suo report mensile. La stima sull’incremento delle richieste non fa registrare variazioni rispetto al report precedente ed è sostanzialmente in linea con il dato 2012.

Tagliata invece la view sulle richieste per il greggio targato Opec, stimate in discesa di 100 mila barili giornalieri a causa del boom dello “shale oil” in Nord America. Grazie anche allo sfruttamento di fonti non convenzionali, nel 2013 l’offerta non-Opec è vista in crescita di un milione di barili al giorno.

Secondo le stime dell’Agenzia internazionale dell’Energia, entro il 2020 la produzione statunitense, che quest’anno dovrebbe attestarsi ai massimi dal 1985, supererà quella del primo produttore Opec, l’Arabia Saudita.