Petrolio ancora a caccia di record, toccata quota 74 dollari

Inviato da Redazione il Gio, 20/04/2006 - 08:21
I mercati speravano nei dati sulle scorte americane di benzina. Si aspettavano un aumento. E così ieri mattina il prezzo del barile in Asia è rimasto calmo, sotto i massimi raggiunti ieri. Ma è durato poco. Le scorte di benzina Usa sono invece calate. Risultato, il prezzo del Brent è volato a Londra. Ma è stato solo il primo di una serie di record. Ogni due ore veniva aggiornato. Gli ultimi massimi: il Wti tocca i 72,4 dollari, mentre il Brent tocca quota 74. D'altra parte ieri non c'è stata una notizia che abbia tranquillizzato i mercati. Le scorte Usa in calo sono una doccia fredda ma non l'unica. Secondo il Dipartimento per l'energia mancano all'appello 806mila barili di greggio. Più consistente la diminuzione delle riserve di benzina, calate di 5,45 milioni di barili e proprio mentre è in arrivo l'estate e gli americani si mettono al volante e accendono l'aria condizionata.
COMMENTA LA NOTIZIA