1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Petrolio all’attacco dei massimi a 15 mesi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

I forti dati arrivati oggi dalla Cina, la discesa del dollaro e le attese di aumento della domanda in scia all’ondata di gelo che sta caratterizzando l’inverno dell’emisfero Nord sono gli elementi chiari che stanno spingendo al rialzo anche oggi le quotazioni del petrolio. Sul New York Mercantile Exchange il future sul petrolio con scadenza a febbraio sale dello 0,85% a quota 83,45 dollari al barile dopo aver toccato un picco a 83,67 dollari.
La esportazioni cinesi hanno registrato a dicembre un incremento del 18% dopo 13 mesi consecutivi di ribassi. Oggi nessun dato macro in agenda negli Usa. Riflettori sul fronte corporate con l’avvio ufficiale della stagione delle trimestrali con i numeri di Alcoa (in uscita dopo la chiusura di Wall Street).

Commenti dei Lettori
News Correlate
COMMODITY

Oro: quotazioni ai massimi da quasi un mese, analisti ottimisti

Dopo due sedute di guadagni, parità per le quotazioni dell’oro a 1.270,1 dollari l’oncia. Venerdì i prezzi si sono spinti fino a 1.272,7 dollari facendo segnare il livello maggiore da inizio mese, in scia della tensione in arrivo dal fronte geopoliti…

VALUTE

Sud Africa: Zuma evita voto sfiducia, ma rischio politico pesa sul rand

Giornate convulse in Sud Africa con il presidente Jacob Zuma sotto attacco con alcuni membri dell’ANC (African National Congress) che hanno cercato di forzare le dimissioni preparando una mozione di sfiducia. Il comitato esecutivo dell’ANP alla fine …

COMMODITY

Petrolio in calo: Wti viaggia sotto 50 dollari

Quotazioni del petrolio in calo in avvio di settimana. In questo momento il Wti lascia sul terreno circa lo 0,3% a 49,65 dollari al barile, mentre il Brent cede lo 0,27% a 52,37 dollari al barile. Nel meeting di giovedì scorso l’Opec ha annunciato l’…