1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Petrolio: +3,85% in cinque sedute, prezzi visti sopra quota 60 dollari/barile

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Grazie a un incremento di mezzo punto percentuale, il future con consegna giugno sul Brent sale a 53,59 dollari il barile e porta il saldo delle ultime cinque sedute al +3,85 per cento.

Questo nonostante le indicazioni in arrivo da Libia e Stati Uniti: nel primo Paese la National Oil Corp (NOC) ha abolito la clausola di “forza maggiore” per le forniture in arrivo dal giacimento Sharara mentre Oltreoceano l’indice che misura le trivellazioni elaborato da Baker Hughes ha segnato l’11° incremento consecutivo.

“Riteniamo che l’implementazione dei tagli alla produzione possa innescare un calo delle scorte Ocse e spingere al rialzo i prezzi”, ha detto Giovanni Staunovo di UBS. Per l’esperto, “nel giro di tre mesi i prezzi potrebbero superare i 60$/barile”.