1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Petrolio, 271 milionid i dollari da investire entro il 2017 per compensare cali di produzione (Morgan Stanley)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La produzione di petrolio nei siti già maturi continuerà a diminuire. Lo dicono gli esperti di Morgan Stanley, sostenendo che 2012 il dibattito ruoterà sulla tenuta degli investimenti nell’industria del petrolio, che porterebbe ad una minore offerta sul mercato con ulteriori effetti negativi sull’economia globale. Secondo gli esperti, ci vorrebbe un investimento di almeno 271 milioni di dollari in impianti sottomarini e condotte petrolifere e l’82% in più di capacità produttiva totale entro il 2017 per bilanciare il declino nella produzione. Tale mercato potrebbe, secondo la banca d’affari statunitense, interessare Saipem Offshore, Technip SURF e Subsea 7. Sulle prime due le previsioni sono di un CAGR del 24% nel 2014. MS è “overweight” su SBM e Petrofac. Su Vallourec il target price viene alzato da 63 a 67 euro (rating overweight) mentre AMEC, Tecnicas e Bourbon sono “underweight”.

Commenti dei Lettori
News Correlate
ACCORDO

Cerved: estesa la partnership industriale con BHW Bausparkasse

BHW Bausparkasse AG, succursale Italiana dell’omonimo gruppo bancario tedesco (parte del Gruppo Deutsche Postbank) e Cerved Credit Management Group, controllata indiretta di Cerved Information Solutions, hanno finalizzato un accordo per estendere la …

IPO

Carrefour prepara quotazione delle sue attività in Brasile

La catena di supermercati francese Carrefour ha depositato il prospetto preliminare in vista dell’introduzione in Borsa della sua controllata brasiliana Atacadão SA (Grupo Carrefour Brasil) in una operazione che gli permetterà di raccogliere tra i 4,…

MATERIE PRIME

Usa: scorte petrolio tornano a salire a sorpresa, +0,118 mln di barili

In crescita, seppur lieve, le scorte di petrolio statunitensi. Nell’ultima settimana le scorte di greggio si sono attestate a quota 509,213 milioni di barili, in rialzo di 0,118 mln rispetto al dato precedente. Il consensus era invece per un nuovo ca…