1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Petroliferi in recupero, denaro anche su Finmeccanica

QUOTAZIONI Eni
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

All’interno del listino delle 40 blue chip milanesi, i petroliferi Eni (+1,42%) e Saipem (+2,64%) hanno guidato la riscossa, recuperando così terreno, dopo le defaillance degli ultimi due giorni che erano state legate sia al calo del greggio sui mercati delle materie prime, sia al profit taking. In evidenza per i guadagni anche Finmeccanica (+2,15%), spinta dalle indiscrezioni di stampa che sostengono che Alenia, controllata del gruppo, sarebbe interessata a comprare il 25% della società russa Sukhoy a un prezzo di circa 250 milioni di euro. Non solo ma la società europea costruttrice di missili Mbda, di cui fa parte la società guidata da Pier Francesco Guarguaglini, ha ricevuto dalle autorità europee per la concorrenza il via libera per l’acquisizione della società tedesca produttrice di missili Lfk. In luce per il secondo giorno consecutivo Banca Popolare di Milano (+2,21%), il giorno dopo che gli analisti di Societe Generale hanno alzato il target price, portandolo a 12 euro per azione, con raccomandazione “buy”. Gli ordini di acquisto si sonono inoltre concentrati su Unicredit (+2,21%), Banca Fideuram (+2,93%) e Italcementi (+2,17%). Bene anche Autogrill (+2,04%), che va avanti sulla strada del progetto Compass. La società attiva nel settore della ristorazione autostradale ha infatti partecipato, in qualità di unico operatore industriale, al secondo giro di offerte non vincolanti per Select Service Partners, il ramo d’azienda di Compass. Dall’altra parte della barricata, sull’S&P/Mib, i titoli in maggiore calo sono stati Pirelli & C. (-1,69%), Autostrade (-0,68%) e Banca Monte dei Paschi di Siena (-0,91%).