Petroliferi in evidenza a Piazza Affari su rialzo greggio

QUOTAZIONI Tenaris
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Prima parte di seduta positiva per il settore oil a Piazza Affari. Rialzo di quasi tre punti e mezzo percentuali per Erg, che scambia 15,63 euro. Sugli scudi anche Saipem e Tenaris, che guadagnano rispettivamente il 2,59% a 16,94 euro e il 2,12% a 14,47 euro. Aumentano di circa un punto percentuale Sars (+1,06% a 4,185 euro) e Eni (+1,09% a 23,11 euro). A spingere i titoli è il rialzo del prezzo dell’oro nero. Le quotazioni del Brent sono risalite infatti di scatto sui 65 dollari al barile, mettendo a segno nelle prime ore di contrattazione un incremento del 2,9% rispetto alla chiusura a 63,17 dollari di ieri. Ieri il Dipartimento dell’energia statunitense ha reso noto di aver registrato un calo settimanale delle scorte di greggio di 2,9 milioni di barili, al di sopra dei 2 milioni preventivati dal consensus. Sempre ieri inoltre gli Stati Uniti hanno invitato l’Onu a considerare l’imposizione di sanzioni all’Iran.